La bontà è nella nostra natura

Alla scoperta della Val di Non, la valle di Melinda.
Melinda sostenibilita 01

Le Melinda e i frutticoltori del Consorzio sono nati tra gli stessi laghi e montagne, e cresciuti nel medesimo balsamico ambiente che dà un bel colorito sia alle mele sia alle guance dei suoi abitanti: la Val di Non.
Questo territorio, tra i 400 e i 1000 metri s.l.m., è uno dei più adatti al mondo per coltivare il melo e ha tutte le caratteristiche per far nascere e crescere le mele Melinda:

  1. Catene montuose che proteggono le piante dalle fredde correnti del Nord e  creano un clima temperato e soleggiato;
  2. Ghiacciai in quota che offrono sempre acqua irrigua fresca e pura, anche in estate, quando è asciutto; 
  3. Terreno roccioso, costituito in larga parte di Dolomia che fa crescere frutti con una polpa particolarmente croccante e saporita;
  4. Precipitazioni concentrate tra la fine dell’autunno e la primavera - con abbondanti nevicate invernali – ma molto scarse durante il periodo di crescita, maturazione e raccolta dei frutti: ciò garantisce un’ottimale biosintesi naturale sia di fruttosio sia di acido malico, composti naturali alla base delle caratteristiche organolettiche uniche e distintive delle mele Melinda;
  5. Forti escursioni termiche giornaliere (anche di 15°C) durante il periodo della raccolta, che favoriscono la colorazione della buccia dei frutti e la croccantezza della loro polpa.
Melinda sostenibilita 02

In Val di Non ci sono molti laghetti alpini, fiumi e torrenti, come il romantico Lago di Tovel o l'incantevole Lago Smeraldo; il bacino di Santa Giulia e il fiume Noce. Ma non è solo la natura che rende speciale la Valle di Melinda: fra montagne e corsi d'acqua, non è difficile scoprire antichi santuari, eremi e affascinanti castelli, suggestive testimonianze di uno storico passato. Sono tanti i sentieri da percorrere a piedi o in mountain-bike, per lasciarsi catturare dalla bellezza e godere di una sana attività fisica all’aria aperta. E poi ci sono le piste per lo sci di fondo e da discesa o per le camminate sulla neve con le ciaspole.

Infiniti rifugi di montagna, ristoranti e alberghi ti attendono per coccolarti con la loro ospitalità e tentarti con le specialità eno-gastronomiche nonesi. In ogni stagione, si tinge di nuovi colori. Alla fine dell'inverno, la bianca coltre di neve che protegge le radici dei meli si scioglie e lascia spazio al bianco dei fiori delle mele che profumano delicatamente tutta la valle. E quando il vento fa cadere i petali dagli alberi, sembra di nuovo che nevichi. L'estate si colora di verde, di giallo e di rosso e nella valle si sprigiona un fragrante profumo di mele. In autunno, le foglie dei meli rilasciano il sole accumulato e da verdi diventano gialle e poi rosse, come i colori delle nostre meravigliose Melinda.

www.visitvaldinon.it