Val di Non: 5 luoghi da non perdere per l’inverno 2018

18
ott
2018
Val di Non

Le cattedrali di roccia aspettano il bianco, la legna è già pronta vicino ai camini, l’aria profuma di bosco e di mele. Le montagne della Val di Non sono la meta perfetta per chi vuole abbandonare il ritmo frenetico della città e vivere invece un’avventura ricca di pace e benessere. Sciare, pattinare sul ghiaccio, passeggiare con le tipiche ciaspole in luoghi che sapranno emozionarvi, tra natura, relax e buona tavola! Pronti a scoprire tutto il buono e il bello che questa terra può offrire? Partiamo!

Week-end di gennaio? Si va in Val di Non

Tutti in Val di Non! Ecco i posti più suggestivi da vedere durante il vostro fine settimana in questa splendida valle. Zaino in spalla, si parte per la nostra top-five.

  1. Lago di Tovel. Ancora oggi, nonostante non accada più, il lago di Tovel è ricordato per il fenomeno unico al mondo dell’arrossamento. Cosa significa? Fino alla metà degli anni ’60 in estate, una certa alga affiorava in superficie e lo specchio d’acqua appariva di un rosso acceso. Immerso nei boschi delle Dolomiti del Brenta, il paesaggio possiede qualcosa di veramente magico. Se cercate il massimo della pace e della tranquillità, qui sicuramente lo troverete!
  1. Castel Thun. Vi sembrerà di vivere in un’altra epoca, quella dei cavalieri e delle principesse medievali. Fino al 1922 questo castello è stato sede della famiglia omonima, ai tempi una delle più potenti della nobiltà trentina. In seguito, fu acquistato dalla Provincia di Trento, che l’ha ristrutturato e reso visitabile. Oggi potrete quindi osservare arredi originali, preziose collezioni d’arte, giardini curati e atmosfere capaci di togliervi il fiato.
  1. Santuario di San Romedio. Cinque chiese accorpate costruite tra il 1000 e il 1900 si trovano su un ripido sperone di roccia a Coredo. Volete rendere la visita ancora più suggestiva? Raggiungete questo santuario a piedi lungo il sentiero, scavato nella parete di roccia che cade a picco sulla valle del rio di San Romedio. La passeggiata di circa 45 minuti è adatta anche ai bambini e il panorama saprà ricompensarvi di tutti gli sforzi.
  1. Il lago Smeraldo di Fondo. Smeraldo liquido d’estate, ghiacciato d’inverno. Se amate pattinare sul ghiaccio, questo posto è una vera e propria punta di diamante. Si tratta di un luogo fiabesco, un bacino artificiale realizzato sbarrando le acque del Rio Fondo. Imbiancato dalla neve, questo paesaggio sarà ancora più surreale, vi sembrerà di essere a due passi dalla casa di Babbo Natale.
  1. Monte Peller. Camminare è un’attività che vi permette di entrare in profonda sintonia con la natura, di assaporare lentamente il paesaggio, consentendovi di vedere il mondo da nuove prospettive. Se siete appassionati di trekking, raggiungere la cima del Monte Peller sarà l’impresa perfetta per voi. Un percorso ad anello, che gira letteralmente attorno alla vetta, in quota a oltre 2000 metri. Occhi bene aperti, durante il tragitto potreste scorgere una marmotta, il Monte Peller è la loro dimora preferita.

Come finire in bellezza il vostro tour in Val di Non? Venendoci a trovare! Fate tappa a MondoMelinda, il centro visitatori dove potrete scoprire ogni curiosità sulla produzione delle vostre mele preferite, ma anche acquistare i prodotti del territorio. Oggi c’è un buon motivo in più per fermarsi: il nuovissimo Golden Theatre, futuristico spazio multimediale che vi immergerà virtualmente nell’universo sotterraneo delle Celle Ipogee. La visita è gratuita e dura circa 10 minuti. Non serve prenotare: basta recarsi a MondoMelinda durante l’apertura del negozio. Cosa aspettate? Cogliete l’ottimo!

14
ott
2018

In viaggio nel nostro Golden Theatre

22
ott
2018

Aceto di mele, naturalmente buono